News


Assicurare la crescita con l’innovazione dei fornitori


T-systems

L’innovazione è critica per la competitività, ha l’abilità di promuovere la domanda e di far emergere le aziende migliori sul mercato globale e quindi ottenere innovazione di successo è diventata una sfida strategica per le aziende globali.

Lungamente confinato esclusivamente nella funzioni R&D e /o marketing, il processo di innovazione sta gradualmente aprendosi a influenze esterne (clienti, fornitori, competitor, etc.) e a approcci alternativi (open innovation, co-innovation, confronti coi fornitori, etc.). In questo contesto di apertura i dipartimenti di Procurement sono responsabili della creazione di interfacce strategiche tra le proprie aziende e il proprio network di fornitori. Bisogna considerare che l’Innovazione dei fornitori non è solo un fattore di successo critico per le aziende ma anche un’opportunità per i dipartimenti di Procurement per dimostrare il loro ruolo strategico nella crescita sostenibile del business.

Comunque la maggior parte dei dirigenti del Procurement sembra completamente consapevole del proprio ruolo e della responsabilità nel promuovere l’innovazione dei fornitori. Strutture e pratiche di gestione sono ancora da implementare per tradurre tale stato mentale in azioni. La stretta connessione tra procurement e fornitori è comunque uno dei maggiori driver di innovazione, specialmente quando riguarda il lancio di nuovi prodotti e lo sviluppo di processi industriali. Le barriere nell’implementare una strategia di sourcing innovativa sono numerose, ecco alcuni consigli per superarle.

  • Identificare Fornitori Innovativi e con la Visione. Quando si segmenta la base fornitori bisogna guardare oltre il l’allineamento strategico e finanziario, considerare anche l’innovazione, la cultura aziendale, il modello operativo e le businesses practices. Bisogna pensare a quale potrebbe essere il vantaggio competitivo domani e a quale fornitore potrebbe supportarlo.
  • Stabilire relazioni di mutuo beneficio (win-win). Quando si negozia con selezionati fornitori innovativi, assicurarsi di negoziare un affare win-win per entrambe le parti, considerando le azioni immediate ma anche i futuri ingaggi. Bisogna promuovere la collaborazione formando i propri impiegati sulla gestione dei conflitti e sugli skill relazionali.
  • Costruire una cultura collaborativa. La collaborazione è il punto di partenza per qualsiasi strategia di sourcing innovativa di successo: stabilire il dialogo e la cooperazione basata sulla trasparenza e la mutua fiducia è essenziale. Creare questa cultura capace di innovare richiede coinvolgimento del top management, formazione dei buyers e schemi di gestione formalizzati.
  • Implementare un sistema di condivisione delle informazioni del Procurement. Implementare il giusto strumento può aiutare a rendere il processo di procurement più efficiente, veloce e regolare. Rispettando ciò, gli strumenti di Procurement dovrebbero avere funzioni per identificare i fornitori innovativi, per valutare le performance dei fornitori e per condividere le informazioni tra tutti gli attori coinvolti nel processo di innovazione.
  • Definire dei KPI per l’innovazione. L’innovazione è spesso di esclusiva responsabilità della direzioni di R&D e di Marketing. Nell’assenza di un legame tra le funzioni R&D, Marketing e Procurement, il pieno potenziale di innovazione dei supplier non è sfruttato dall’azienda. Bisogna creare ponti e collegamenti tra il Procurement e i dipartimenti incaricati dell’innovazione.
  • Contrastare le suddivisioni interne. L’assenza di valutazione dei fornitori e delle performance del dipartimento di Procurement rispetto ai KPI per l’innovazione rende la strategia di sourcing per l’innovazione astratta e sconnessa dagli obbiettivi e dalla missione dei dipartimenti di Procurement. I KPI per l’innovazione possono essere assai vari come: numero delle partnership coi fornitori innovativi, percentuale dell’innovazione che arriva dai fornitori, reddito dedicato all’innovazione.

Come i dipartimenti del Procurement si riallineano e focalizzano sul diventare più aperti facendo leva su una più vasta base di conoscenza delle sorgenti di innovazione, sia i fornitori attuali che quelli potenziali devono essere usati. Il Procurement deve considerare di identificare e sviluppare una base di fornitori con capacità complementari che portino valore attraverso la collaborazione. Partendo da qui, un processo congiunto di sviluppo può emergere per supportare prodotti più innovativi attraverso una catena del valore più innovativa. Di conseguenza, questo riduce i costi di approvvigionamento e aumenta il valore per il cliente finale.