News


Strumenti di e-Procurement sono preferiti ai sistemi ERP


Ivalua rivela i risultati della sua indagine trimestrale sulle Tendenze nel Procurement e dell’Ufficio acquisti e si focalizza sulla sua strategia di e-Procurement

Download the report

L’e-Procurement è una parte essenziale del toolbox dei professionisti di acquisto con un tasso complessivo che si avvicina al 90% delle grandi aziende di essere dotato di uno tool dedicato (86% del Trend del Procurement Toolbox dicono che la loro azienda ha implementato uno strumento di e-Procurement). Di questi, il 60% indica che il tipo di strumento implementato è un modulo e-Procurement sviluppato da un provider di e-procurement specializzato, 20% di un modulo di e-procurement che fa parte di un sistema ERP e i rimanenti 20% un altro tipo di tool (principalmente sviluppi interni). Questa preferenza per il Dipartimento acquisti per le soluzioni di e-Procurement specializzate è comparabile alla funzionalità ERP, si basa su diversi fattori: la distribuzione più veloce e un ritorno sugli investimenti, competenze di approvvigionamento e una migliore copertura dei requisiti funzionali in materia di appalti.

“Tools di e-Procurement sono progettati per supportare la strategia di approvvigionamento aziendale. Automatizzando completamente il processo Procure-to-Pay si consente alla Direzione Acquisti di creare valore, migliorare il controllo, la trasparenza, il monitoraggio e la visibilità delle spese della società. “ Afferma Gérard Dahan, General Manager EMEA Ivalua

Altri risultati includono che per la maggioranza dei professionisti degli acquisti, soluzioni di e-Procurement sono progettate principalmente per gestire i procurement indiretti, quindi 82% del panel utilizza tools di e-Procurement solo per la gestione della spesa indiretta

Infine, il vantaggio di business legato alla realizzazione di una soluzione di e-Procurement più frequentemente citato dal campione di indagine è un miglioramento della visibilità del processo di acquisto nel suo complesso, dalla richiesta d’acquisto per il trattamento delle fatture (processo Procure-to-Pay). Questa maggiore visibilità della spesa della società consente lo sviluppo di una migliore conoscenza degli acquisti aziendali, ottimizzando il pannello dei fornitori, il raggruppamento e la condivisione degli ordini, rilevando opportunità di risparmio per categorie di spesa o per fornitore e, alla fine, ottenendo le migliori condizioni commerciali durante la negoziazione con i fornitori

A proposito delle tendenze dichiarate dai rispondenti all’indagine di Procurement

l risultato del questionario di Procurement dal titolo “eProcurement e ufficio acquisti: da che parte state oggi?” è state inviato via e-mail ad un elenco di professionisti europei e nord americani in materia di appalti e di finanza e distribuito in formato cartaceo durante gli ultimi eventi Ivalua, l’84% dei partecipanti appartiene a società con un volume di spesa di oltre 100 milioni di euro. Un totale di 191 risposte sono state raccolte e analizzate: il 41% degli intervistati si trovano in Nord America (78 risposte) e il 59% in Europa (113 risposte).